Scultura
...

Scultura

Ampiamente illustrati nella raccolta sono i sei secoli di ininterrotta produzione di statuaria a partire dalle opere delle scuole scultoree tardo gotiche borgognona, renana, boema, campionese, e lombarda, testimonianza della specificità europea del Duomo, nata dal convergere nel cantiere milanese, nei primi cinquant'anni di costruzione,  di maestranze ed artisti da tutta l'Europa continentale.

La ricca produzione scultorea di età sforzesca è documentata con significativi esempi del passaggio fra l'arte gotica e la cosiddetta rinascenza lombarda attraverso le numerose opere in marmo e modelli in terracotta di epoca manieristica e barocca, la rassegna  prosegue con felici testimonianze dell'elegante e prezioso barocchetto milanese, e con cenni alla plastica neoclassica, anticipati dalle flessioni cinquecentesche delle opere di Giuseppe Perego, l'autore della Madonnina, della quale sono presenti i bozzetti, il modello ligneo e la struttura interna, si giunge alle tante stagioni della scultura ottocentesca: dal romanticismo storico alla scapigliatura milanese sino alle espressioni floreali e liberty. Il Novecento è rappresentato dai modelli per le porte di facciata, da medaglie ed opere bronzee di Fontana.