DSC 3740
...
13 Dicembre Dic 2016 1236 10 months ago

Quante facciate per il Duomo di Milano?

Tutti i perché del Grande Museo

Accolgono il visitatore che le scorge all’inizio de percorso del Grande Museo del Duomo e lo accompagnano al termine della visita: sono i modelli lignei delle facciate della Cattedrale, preziosa e rara testimonianza di studi e progetti, dall’inestimabile valore storico e artistico. Sono quattro e nessuna di loro corrisponde alla facciata che noi tutti siamo soliti ammirare in piazza.

Un tempo, i modelli erano indispensabili strumenti tecnici per un grande cantiere come quello del Duomo.
Su di essi, la Fabbrica poteva verificare prove di carico e statica, nonché la realizzazione di elementi architettonici. Dei molti modelli prodotti nel cantiere del Duomo nel suo primo secolo di attività rimane traccia solo nei documenti d’Archivio.

Nel 1519, fu deliberato dai fabbricieri la costruzione del Modellone che, aggiornato e modificato negli anni, fu per secoli strumento di studio per la costruzione del Duomo. Di fianco all’imponente modello in scala 1:20 presente in Museo, è possibile scoprire tre progetti per la facciata che nei secoli successivi furono intagliati per essere provati sul grande manufatto ed essere così valutati.

Un lavoro di progettazione architettonica, perizia artigiana e riflessione accompagnava quindi tali opere che, da finissime lavorazioni in legno, divenivano strumenti di giudizio e prove “al vero” del grande Cantiere della Cattedrale.

La facciata che oggi chiude il fronte del magnifico ed imponente modello testimonia il progetto di riforma della stessa progettato dall’architetto Giuseppe Brentano nel 1891 e mai attuato, quasi ottant’anni dopo il completamento di quella realizzata per impulso di Napoleone.