IMG 9009 OK
...
13 Gennaio Gen 2016 0921 one year ago

Continua “La via del marmo”, un progetto che riscopre l’antica strada d’acqua per il Duomo

Da quest’anno sono coinvolte tutte le scuole dei comuni che si trovano lungo il percorso del grande sentiero che portava il marmo del Duomo da Candoglia a Milano

È ufficialmente partita la seconda fase del progetto “La via del marmo”, promosso dal Grande Museo del Duomo di Milano in collaborazione con MuseoLab6 (per Mumi, futuro ecomuseo di Milano Sud).
La seconda fase si rivolge alle scuole che si trovano nei comuni situati lungo le rive del fiume Toce, del Lago Maggiore, del Ticino e del Naviglio Grande. Sono state quindi invitate a partecipare due regioni, Lombardia e Piemonte, per un totale di 24 comuni.
Riconnettendosi con quei centri locali che attraverso maestranze, saperi, lavoro artigianale e infrastrutture hanno reso possibile la costruzione del Duomo e oggi ne garantiscono la costante attività di restauro, la Veneranda Fabbrica ed il suo Museo si propongono di essere il centro di interpretazione del proprio territorio.

MEMORIA E IDENTITÀ LOCALE 
“La via del marmo” diventa così un prezioso tassello per la ricostruzione e per l’accrescimento della memoria e della cultura collettiva di un territorio diviso e contemporaneamente unificato da una via d’acqua. Il progetto fa quindi proprio il concetto di appartenenza a una specifica realtà culturale, in cui ogni singolo deve riconoscersi, e di “promozione dello sviluppo rispettoso dei propri caratteri identitari” (cfr. Carta di Siena), indispensabili per avviare azioni di tutela partecipata.
Il progetto si attua attraverso strategie didattiche attive e partecipate, dando spazio alle proposte direttamente elaborate da chi abita il territorio, con l’obiettivo di ridestare la memoria storica e culturale.

UNA PROPOSTA PER RIPERCORRERE UNA GRANDE STORIA DI POPOLO
Nel 2016 e 2017, con la conclusione di questa fase di realizzazione e con la restituzione degli elaborati finali, si porterà a compimento lo stadio di sperimentazione del progetto, iniziato nel 2015, con una proposta di educazione al patrimonio e al territorio rivolta alle scuole della città di Milano, che ha inteso ripercorrere la storia del trasporto del marmo prestando particolare attenzione al contesto urbano.
Con l’estensione geografica della proposta, si vuole avviare un proficuo processo di scambio di esperienze e di conoscenze all’interno e all’esterno dei confini regionali.
Con il progetto “La via del marmo”, infatti, il Grande Museo del Duomo e il MuseoLab6 adottano l’indirizzo museologico indicato dalla nuova museologia, movimento culturale che promuove lo sviluppo della relazione tra patrimonio e territorio, proponendosi quindi di essere uno strumento privilegiato per la realizzazione di una comunità di paesaggio, che dovrà necessariamente essere generata dalla consapevolezza dei cittadini e dal loro attivo coinvolgimento.
Il Grande Museo del Duomo e MuseoLab6 hanno candidato questo progetto al bando di selezione per partecipare alla 24ª Conferenza Generale ICOM, incontro internazionale che vedrà nel 2016 la città di Milano protagonista del dibattito su “Musei e Paesaggi culturali” (link     http://network.icom.museum/icom-milan-2016/L/7/)

Il dibattito si animerà a partire dai risultati degli studi e delle proposte nate successivamente alla stesura della “Carta su Musei e paesaggi culturali", presentata alla passata Conferenza Generale ICOM-Siena 2014.