Maddalena di Angelo Marini Museo
...
25 Giugno Giu 2014 1522 3 years ago

Il primo cantiere di restauro aperto in Museo

Fra qualche giorno partiranno i lavori sulla Maddalena di Angelo Marini

Fra i principali compiti del Museo ci sono le attività scientifiche e culturali fra le quali la manutenzione ed il restauro delle opere che custodisce.
Il Museo ha oggi la possibilità di effettuare un restauro  della statua rappresentante la Maddalena trasportata da angeli dello scultore Angelo Marini detto “Il Siciliano”.

La scultura proveniente dall’esterno della Cattedrale fu rimossa nel 1943 a causa della Seconda Guerra Mondiale. Nel corso dei secoli, la permanenza all’esterno del Duomo ha causato all’opera danni provocati dagli agenti atmosferici, tra cui la disgregazione superficiale del marmo e, dove non era sottoposta al dilavamento delle piogge, la formazione delle croste nere.
La statua è entrata in Museo nel 1953, è oggi collocata nella sala che espone le opere dedicate al pieno Cinquecento.

La decisione di effettuare il restauro dell’opera senza rimuoverla dalla sua odierna posizione è stata pensata per non privare di un pezzo importante il percorso cronologico del Museo e per consentire ai visitatori di vivere in prima persona l’esperienza del restauro di un’opera lapidea.
La struttura trasparente è stata costruita su misura intorno all’opera che consentirà ai restauratori di operare in loco e soprattutto ai visitatori di osservare il loro prezioso e delicato lavoro.

Questo evento consentirà al pubblico il rapporto diretto con un’attività di solito svolta dietro le quinte, rendendoli partecipi di un momento unico che riporterà alla luce la bellezza di questa scultura.
Auspichiamo che, grazie all’interesse che susciterà la presenza di un cantiere di restauro aperto in Museo, questo possa essere l’inizio di un percorso di conservazione e manutenzione programmata delle opere che necessitano di un intervento.